rassegna web #18

Rassegna Web #18 - Giuliano Perticara blog

rassegna web #18

Nel frattempo che mi decida ad andare avanti a registrare e finire i brani per il prossimo album, trovo u po’ di spazio per questa 18ma rassegna web.

Inizio subito a segnalarvi

  • Black Out quest’ applicazione gratuita per mac che serve a coprire dati sensibili o parti di testo che non volete condividere nei vostri “cattura schermo” [screenshot]
  • Dark Jazz / Noir Ambient musica per momenti un po’ così, un po’ senza pensiero, forse…
  • Google Meet strumento gratuito su web, senza niente da scaricare, per video riunioni

e per chiudere qui questa piccola rassegna web, ecco cosa succedeva nel 2018 in un centro commerciale di Tokushima in Giappone:

徳島第九フラッシュモブ

commovente flash mob dell’inno alla gioia di Ludwig Van Beethoven
Musica senza bavagli !!!…
[mo’ vedi che mi oscurano il post]

Giuliano Perticara sceglie Spotify

Giuliano Perticara sceglie Spotify

Davvero: Spotify c’è: ESISTE !!!

Giuliano Perticara sceglie Spotify - Giuliano Perticara blog

Ed è un’app basilarmente GRATUITA anche !!!
Tra l’altro, a differenza di Apple e di Google, i brani li ascolti per intero anche senza abbonamento alla versione premium. Ma c’è anche di più: Spotify ha anche un’applicazione desktop, la quale vi permette, a differenza della versione mobile, di ascoltare l’esatta sequenza dei brani di un album. Che non è affatto poco! E ciò va detto!

La parte più triste è che, in più che piena era internet, ad alcuni quando gli si dice Spotify, sembrano cadere dal cielo, maddai oh!

La realtà è che vi siete scaricati App [che magari chissà anche piene di backdoor per la pubblicità e per sapere la vostra posizione, se non addirittura per acquisti a vostra insaputa di altre app simili;] il tutto per scaricare musica a sbafo… Diciamolo !
Ed aggiungiamo anche che agli artisti già affermati poco o niente gliene importa…

Voglio solo dire che su Spotify basilare, cioè la versione Gratis… Avete già molto più potere su ciò che volete ascoltare di quanto possiate immaginare…

E neanche voglio essere io a darvi tante dritte per ascoltare ciò che volete anche senza account premium.
E da non dimenticare che l’ascolto della musica su Spotify, e intendo quindi intere discografie con brani completi è legale e in più Spotify remunera (non certo a piene mani, nota un po’ dolente per artisti emergenti) noi artisti… (Deezer, invece, parlando sempre della versione gratuita paga molto meno ed in confronto a Spotify mi sembra mandi più pubblicità)

Ma ancora, su Spotify trovate playlist per tutti i gusti, per mood [umore], per attività che state svolgendo, trovate anche radio per ogni artista, così sentite affinità con gli artisti che già seguite per scoprirne altri… Così che gli artisti emergenti davvero iniziamo ad emergere…

Al momento io stesso sto utilizzando tutte e due le versioni gratis, per mobile e per desktop [pc/mac]…

Ad esempio se cercate una determinata canzone della quale conoscete già il titolo, questa secondo me è operazione che va a segno più con la versione desktop, con la quale potete già ascoltare la song e inserirla in una vostra playlist [la quale potrà essere a vostra scelta se privata o pubblica, e se pubblica: collaborativa – anche altri che hanno Spotify potranno inserire le loro song preferite – o meno]…

Giuliano Perticara Brani top
[Questa è la playlist gestita da Spotify sul mio spazio Artista]

Qui di seguito le mie playlist su Spotify le quali ovviamente consiglio di seguire:

Giuliano Perticara by Followers
[dalle statistiche attuali di Spotify by cdbaby]

currently list
[Corposa carrellata di Musica che ascolto all’attuale, sono presenti anche classici di tutti i tempi e,  
ovviamente sono presenti anche brani miei]

Giuliano Perticara 90 days
All your favorites from 90 days until now

statistiche musica #5 su Spotify [aggiornato]

statistiche musica #5 su Spotify

statistiche musica #5 su Spotify

statistiche musica #5 su Spotify

Aggiornamento [2016.10.06]:

La playlist che ora trovate in questo post del mese scorso è cambiata sia di nome che di contenuto.
Da adesso in avanti si chiama Giuliano Perticara Weekly e la aggiornerò personalmente ogni giovedì…
Mentre per la classifica a 90 giorni e quelle specifiche per ogni album proseguirò ad aggiornarvi con gli appositi post per le statistiche

Come potete ben notare, dal post precedente sulle statistiche della mia musica su Spotify, veramente molto è cambiato.
Un vero subbuglio rispetto alla precedente:

L’entrata in classifica e al 1° posto di una canzone appartenente al mio primo album: ELEVEN: Sometimes.

In Rachel’s Eyes e October’s Wind dall’album Works 2010-2015 che  confermano le posizioni

Life On Mars [la mia cover del capolavoro di Bowie] va al 4° posto.

E adesso è la volta del 2° album: O. M. ] entrano Zoe’s Dance, The Man Who Loves To Write Dreams, a seguire la ballad autobiografica: Dark Lullaby.

CET [Works 2010-2015] va all’8° posto mentre al 9° entra in classifica, sempre da O. M. : Dream Within a Dream [una stupenda poesia di Edgar Allan Poe che decisi di musicare e quindi pubblicare nel secondo album]…

quindi a chiudere la classifica un’altra ballad, molto a tema del periodo attuale: Fall and Spring [Works 2010-2015]




In aggiunta a ciò ho indetto un sondaggio in proposito sempre di statistiche, nel quale vi chiedo una manciata di tempo per esprimere minimo 2 preferenze. Link al sondaggio al quale spero parteciperete.

E ovviamente eccovi la Playlist pubblica, relativa a questo post:

statistiche musica #4 + Nuova Playlist

statistiche-musica-4

statistiche musica #4

Allora, per queste statistiche musica #4, notando che i brani più ascoltati non sono cambiati se non di posizione eccetto per la mia versione di Life On Mars [David Bowie YouTube] e per In Rachel’s Eyes che svettano indisturbati rispettivamente al primo e secondo posto; di seguito potete visionare i cambiamenti di posizione tra parentesi. Fra l’altro i brani sono tutti inclusi nell’album WORKS 2010-2015.

statistiche musica #4 - Giuliano Perticara 3 months on #Spotify [la presente playlist pubblica, già su Spotify, rimane con le vecchie posizioni visto che i brani sono gli stessi]

  1. Life on Mars [1]
  2. In Rachel’s Eyes [2]
  3. October’s Wind [7]
  4. Cyber’s Nocturne [6]
  5. Fall and Spring [4]
  6. Cet [3]
  7. Same Old Street [10]
  8. For R. W. [9]
  9. The Beauty of Black and White Movies [8]
  10. Mothership [5]

Visto che il presente sarebbe potuto finire qui, ma che sicuramente non avrei neanche postato, questa volta, per le statistiche, sono andato a vedere la situazione album per album e vi riporto le prime 3 dei rispettivi album

allora iniziamo con il primo album: ELEVEN

  1. Sometimes
  2. Random Dreaming // Pier17 Blues [pari numero di stream]
  3. Three Notes Or More

Quindi O. M.

  1. The Man Who Loves to Write Dreams
  2. Zoe’s Dance // Dream Within a Dream [pari numero di stream]
  3. Dark Lullaby

e WORKS 2010-2015 di cui ho già riportato in apertura del post 😉

Non nego che per quanto riguarda ELEVEN non mi sorprende affatto sia quello l’ordine dei più ascoltati. Per quanto riguarda O. M. invece sono rimasto molto sorpreso per la presenza di The Man Who Loves to Write Dreams al primo posto e felice del fatto che sia presente Dark Lullaby [ballata autobiografica] e Zoe’s Dance

Alla luce di ciò ho quindi pensato di creare una nuova playlist pubblica riguardante la situazione attuale dei più ascoltati o per meglio dire streammati , album per album in ordine cronologico inverso su #Spotify, nominata: Giuliano Perticara 3 albums 90 days

Vi Auguro quindi Buon Ascolto e mi auguro che condividete i brani, non importa la loro presenza/assenza in queste playlist, che vi piacciono di più