statistiche musica #3

statistiche musica #3 - Giuliano Perticara blog
statistiche musica #3 - Top Tracks - Giuliano Perticara blog
statistiche musica #3 – Top Tracks – Giuliano Perticara blog

statistiche musica #3

Tre mesi dopo la pubblicazione del mio 3° album… Eccovi le statistiche più attendibili dei miei 10 brani Top, e relativi luoghi di ascolto. Ordinati come più ascoltati e, per i luoghi, in ordine al numero di ascolti in streaming per luogo, tutto ciò per quanto riguarda lo streaming su Spotify.

Adesso vi dico un paio di cose che mi hanno un po’ sorpreso…

Posso ammettere che le prime 2 posizioni le ho un po’ sperate e me le sarei aspettate… 😉

Ma la terza piazza già mi sorprende un bel po’, in quanto non penso che Cet sia proprio di facile ascolto, e per la sua caratteristica modale e prevalentemente basata su due fasi, una seria, dall’inizio fino a circa tre quarti del brano; e quella più giocosa nel finale.
Non pensavo proprio che sarebbe stato un brano da podio… Forse ho soltanto un po’ sottovalutato i miei ascoltatori e allora chiedo scusa, anche se ovviamente sono felice dell’esito…

Un altro brano la cui posizione mi sorprende non poco è Mothership, totalmente composto al computer. Fra l’altro brano che non ho neanche menzionato nel post di riferimento a Works 2010-2015. Vi colmo adesso l’omissione: nel riascoltare il brano, che ancora non avevo incluso nella scaletta di Works, immaginavo una grande e grossa Nave Madre che lentamente, come il ritmo del brano, ma più vicino ai lunghi pad del brano, si avvicina all’atmosfera terrestre fino a fermarsi completamente e quindi a non emettere più rumori e/o suoni, eccovi spiegato anche il finale troncato di netto.

Fall and Spring me la sarei immaginata più da podio per dirvela tutta e così la 4a piazza direi proprio che ci può stare… 🙂

Mentre non immaginavo affatto della presenza di Cyber’s Nocturne nella Top Ten

statistiche musica #3 -2 Top Locations - Giuliano Perticara blog
statistiche musica #3 – Top Locations – Giuliano Perticara blog

Al mio pubblico o Fans che dir si voglia, dico… Grazie !!!
Gli album precedenti ci sono ancora su Spotify, ci siamo intesi 😉

Per quanto riguarda i luoghi d’ascolto, non posso negare che la presenza di Norvegia e Stati Uniti, rispettivamente 2a e 3a piazza, mi sorprendono un bel po’… Comunque e senza nulla togliere a nessuno, Vi Ringrazio di nuovo tutti/e da ovunque mi ascoltate…

E adesso ?

Prossimo album o Live ?

Mi interessa molto il vostro parere, che potete lasciare nei commenti…

Intanto che ci pensate eccovi la Playlist pubblica su Spotify, dal titolo: Giuliano Perticara 3 months Spotify  la quale si rifà al presente post e che potete condividere mediante il codice sottostante:
<iframe src="https://embed.spotify.com/?uri=spotify%3Auser%3Agpweb%3Aplaylist%3A6udrrg4r1NS85FR8CUXPqQ" width="300" height="380" frameborder="0">
_._

statistiche musica #2

statistiche musica #2

statistiche musica #2

Anche se ritengo sia ancora presto per parlare di statistiche musica #2, sto notando che l’uscita di Works 2010-2015 sta già avendo il suo, non poco, peso [ma parlo un peso certamente gradevole]. Per questo, non è neanche passato un mese dall’uscita dell’album che la situazione è già cambiata…




su Spotify:
statistiche musica #2 - Giuliano Perticara blog

su Deezer
statistiche musica #2 - Giuliano Perticara blog
e su GoogleMusic
statistiche musica #2 - Giuliano Perticara blog

Come potete vedere anche voi, ho avuto delle sorprese, in quanto, in primis non pensavo che la mia versione di Life on Mars di David Bowie, andasse già a impadronirsi della 2a piazza su Spotify fra i miei brani più popolari. Altra sorpresa è stata il primo posto di In Rachel’s Eyes [brano ispiratomi da una foto dell’androide Rachael [interpretata dall’attrice Sean Young] del cult-movie Blade Runner che avevo come schermata di fondo del desktop qualche anno fa sul computer]. E last but not the least la ballad Fall And Spring

A questo punto di materiale per organizzare un evento LIVE ne avrei… Il fatto è che rimane difficile trovare altri musicisti per suonare, e alla base di ciò c’é la discordanza dei fattori economici… Per non parlare della regolarizzazione dell’evento in questione…

Ma anche con tutto ciò che l’organizzazione di un LIVE può portarsi appresso, ammetto che non sto demordendo dal cercare di creare quest’evento, che per me è a dir poco fondamentale, così a chi mi chiede “ma quando e dove ci fai sentire la tua musica dal vivo ?” Adesso posso rispondere che mi sto organizzando.

Vi Augro un Buon Ascolto, e Followatemi numerosi su Spotify

Works 2010-2015

Works 2010-2015

Works 2010-2015
Works 2010-2015

Ci siamo, ed eccomi al 3o album dal titolo [se ancora non s’è capito :-D]: Works 2010-2015

Lo so, probabilmente state pensando che sia roba vecchia e/o che ci siano gli scarti degli album precedenti, ma vi posso anche dire che alcuni brani di questo album sono stati composti e finalizzati fra novembre e dicembre del 2015. Mentre per i più datati ho avuto piacere nel riscoprirli e più che altro la sorpresa di sentirli adatti per questo nuovo album…

La tematica portante di Works rappresenta un altro ambiente rispetto a quello dei mondi onirici di O. M. e rispetto a quello della colonna sonora di un film non ancora girato di ELEVEN. In questo terzo album aleggia un po’ di fantascienza, anche se sembrerebbe soltanto in pochi specifici brani… Ma questo sta anche a voi dirlo.




Dal canto mio posso darvi qualche notizia un po’ più specifica e dirvi che

  • i brani Cyber Memories e No-Time Waltz sono temi totalmente improvvisati e registrati in presa diretta come in “live” così come mi venivano in mente
  • si, quello che sentite prima del tema di October’s Wind è un mio colpo di tosse, che poi di seguito ad una formattazione dell’hard-disk non m’è stato più possibile rimuovere dall’audio… e siamo umani 😉
  • R. W. sono le iniziali dell’attore americano Robin Williams [wikipedia] scomparso in agosto 2014. Ho voluto dedicargli for R. W.
  • Cet altro non è che la denominazione del nostro orario: Central Europe Time
  • Rainy Sunday rimane in 5/4 anche nei tratti lenti
  • About an Untitled Blues è depositata alla BMI come An Untitled Blues questo lo dico nel caso in cui vi trovaste davanti un borderò SIAE
  • La Rachel di In Rachel’s Eyes è l’androide di blade runner all’accoglienza della Tyrell Corporation
  • Ed infine la cover… ero col programma di musica aperto e dopo aver scritto soltanto 2 battute con cassa e rullante le metto in loop… ed è proprio in quel momento che mi trovo a cantarci il motivo della strofa di Life on Mars di David Bowie… e a brano finito ho deciso di acquisire la licenza per poterla includere nell’album in questione; più che cover direi che è un mio tributo a questo grande artista che è stato e che rimarrà: David Bowie [wikipedia]
In Rachel's Eyes
In Rachel’s Eyes

Ciò che interessa a me è che la mia musica, non soltanto quella presente in Works 2010-2015, stimoli la vostra immaginazione, magari fino al punto di ispirare in qualcuno/a di voi un racconto, una poesìa, il soggetto per un film/video/corto, un quadro, una danza etc… & se anche niente di tutto ciò, che almeno vi faccia passare dei bei momenti importanti e/o di confortevole relax… che siate in compagnia o per conto vostro…

E con ciò non mi resta che Augurarvi un Buon Ascolto