Archivi categoria: attualità

mah… Tempi di incertezze

Eh si, purtroppo sono tempi carichi di incertezze…

Dall’incertezza di poter farsi una camminata semplice, che non sia per forza sportiva, o  salutare come una camminata a passo veloce, ma una semplice camminata insomma…

All’incertezza se rimanere in casa o in alternativa andare a fare la spesa, in altri tempi avrei preferito rimanere in casa e registrare qualcosa, ma di questi tempi sfrutto la spesa per uscire…

E con l’album sono in alto mare, ho registrato il solo per il secondo brano ma il risultato finale è che il sax sta troppo “dietro” agli altri strumenti e non “davanti”, ma non in fatto di tempo, dico proprio in fatto di distanza dal microfono,… E un assolo dovrebbe essere davanti, da ciò ne deduco che preferirò rifarlo per intero invece di starlo a trattare con software e filtri vari che non mi sembra il massimo per un discorso solistico… Peccato, perché a mio avviso era un bel solo… E mi dispiace non potervelo fare ascoltare [almeno non al momento]…

Sono molto dispiaciuto per la scomparsa del pianista che di questi tempi si era messo a fare il rider, Adriano Urso, che ho avuto modo di conoscere. Una persona che aveva lo Swing nelle vene… Riposa in pace, Adriano…

 

Momento particolare

Momento particolare 

Quello che sembra ormai già chiaro è che ciò che stiamo attraversando è un momento particolare, molto particolare sì. Ma quello che c’è da fare, pur tenendo conto dello sconforto generale, è sicuramente continuare a vivere, con le nuove regole per l’igiene personale e allo stesso tempo pubblica.

Non sono adesso qui ad emettere sentenze sulla crisi attuale causata dal covid19. Neanche sono un esperto in Scienze Economiche per poter ipotizzare una qualche possibile soluzione ai danni economici, compresa la chiusura di più di  qualche attività lavorativa, prodotti dal Lockdown.

A me come musicista e compositore viene naturale in mente di non mollare e continuare a comporre e produrre Musica, anche in quanto, a volte, si riconoscono alla Musica quei poteri (terapeutico ed emozionale) che sussistono in essa. Naturalmente da non intendere come sostitutivi delle più appropriate Cure Mediche.

Ma comunque la Musica, è appurato che ci accompagna e se non altro ci allieta l’orecchio. Con la Musica, consapevoli o no, ci si passa tutta la vita.

Con il prossimo album che spero riesca a far uscire per la fine del mese, voglio trasmettere proprio questa cosa, cioè di quanto infondo ci è vicina la Musica, anche se questo è un momento particolare che non ci saremmo mai augurati. Concediamoci quindi anche qualche bella manciata minuti al giorno per l’ascolto di un album intero dei vostri preferiti, o anche solo una canzone, di quelle che vi piacciono di più.

Perché la Musica non si fermerà…

Qoelet 3 / Ecclesiastes 3

“un tempo per ogni cosa…” Qoelet 3 (Ecclesiastes 3)

“un tempo per ogni cosa…” Qoelet 3 (Ecclesiastes 3)

Questo post non è da considerarsi a livello informativo riguardo al Covid19 o CoronaVirus o qualunque sia il nome

Prendo spunto dalla citazione dalla Bibbia…

Io penso che chi non ha avuto a che fare da vicino con il virus di questi tempi, debba godersi e saper apprezzare e magari utilizzare a proprio vantaggio (ma non egoisticamente), questo tempo di #iorestoacasa

Posso capire che non è facile, per quanto sia vero, attuare quanto suddetto; siamo ancora sotto rischio, ma per favore, invece di stare a cercare il colpevole, pensando a complotti macchinosamente e inverosimilmente ingegnati da chi o cosa… Invece di vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto, non è forse meglio pensare che infondo siamo tutti sullo stesso pianeta?

Certo, ma ci voleva il covid19?

Beh, vedi?

Il fatto è che la risposta è:

forse e probabilmente sì…

  • D: Chi ha creato il CoronaVirus?
    R: Tutti noi
  • D: E quando lo avremmo creato?
    R: Tutte le volte che non abbiamo ringraziato quando c’era da farlo; tutte le volte che non abbiamo chiesto scusa quando avremmo dovuto; tutte le volte che non abbiamo regalato un sorriso, un abbraccio, quando o l’uno o l’altro sarebbe stato  d’aiuto; tutte le volte che ci siamo defilati quando c’era da dare una mano, o almeno sarebbe stato sufficiente offrirla; tutte le volte che… [potete continuare nei commenti]…

Comunque sia…

Questo tempo ci è stato dato, quindi adesso prendiamocelo per tutte quelle cose di cui diciamo, pur lamentandoci [ pratica in cui possiamo addirittura “eccellere” ] “eh ma non ho tempo”, o anche di una sola di quelle cose…

quindi meditate, studiate, leggete qualche libro o scrivetelo voi stessi, ascoltate musica, tanta musica… compresa la mia naturalmente

Tutto ciò è solamente ciò che penso io in questo momento e non è informazione sul virus, ma soltanto la mia opinione a riguardo.

Se volete leggere per informarvi sulla situazione attuale del CoronaVirus, vi consiglio questo link al Ministero della Salute: Nuovo CoronaVirus.

E adesso se siete arrivati a leggere fin qui, posso anche darvi lo scoop su ciò che mi vedo stasera in TV: Austin Powers e Poirot.

Visionabili su Mediaset Play.

Poirot

Austin Powers La Spia che ci provava

Statistiche promettenti

Statistiche promettenti

Statistiche promettenti

Vero, a quanto potete vedere anche voi [beh qui mi rivolgo di più a voi (178 followers) che mi seguite su #Spotify ^link ] le statistiche sono molto promettenti. Che dirvi se non un grande

GRAZIE !!!

Giuliano Perticara Spotify Wrapped for Artists 2019


P. S.

C’è inoltre da dire che, non a caso ho usato il termine ‘promettenti’, invece di ‘sorprendenti’ [che comunque lo sono state queste stats], in concomitanza col termine ‘statistiche’; in quanto ciò che c’è di promettente è che attualmente sto formando la band [manca soltanto il Contrabassista] con cui andremo a suonare e a diffondere e spargere la mia musica e non solo, finalmente live! 

THANKFUL,

Giuliano Perticara [aka: admin]

 

rassegna web #16 - Giuliano Perticara blog

rassegna web #16 – focus

rassegna web #16 – Focus

Mi sembra un ottimo momento per pubblicare questa breve rassegna web #16 incentrata sul Focus, per quanto riguarda le migliorie che possiamo apportare alla nostra vita e al nostro lavoro…




Per chi della serie: ma i link portano tutti a pagine scritte in inglese !

Tenete a portata di mano una tab [scheda] del vostro navigatore [browser: sfogliatore di pagine internet ad esempio: safari, google chrome, firefox, internet explorer…] con il traduttore di Google: http://translate.google.com/

E adesso diamo inizio alla danza dei link 😀

Non mi rimane che augurarvi di passare una Buona Estate

carrellata di cover – r.i.p. Francesco Di Giacomo

Carrellata di cover a Sanremo 2014 …

Schermata 2014-02-21 alle 11.16.44 PM

Francesco Di Giacomo
Siniscola, 22 agosto 1947 – Zagarolo, 21 febbraio 2014

La notizia della dipartita di Francesco Di Giacomo [cantante dei: Banco del mutuo soccorso] mi rattrista molto e mi rende molto più pesante stare a vedere Sanremo; e la tentazione di cambiare canale è veramente tanta… Ma questo post ve lo avevo promesso…

Mi sembra di capire che stasera era per premiare il vincitore di Sanremogiovani, e allora hanno pensato bene [dite ?] di fare una carrellata di cover [ecco, una volta che poteva durare di meno, invece niente…]… E vabbè già che ci sono vi dico che la cover che mi è piaciuta di più è stata la versione di cuccuruccucù [Franco Battiato] eseguita da Arisa e i WhoMadeWho [gruppo che ho segnalato tempo fa via tumblr]… E mi è piaciuto molto il monologo al piano ricco di citazioni e tributi a grandi cantautori italiani del pianista Danilo Rea… Le altre, secondo me erano più che altro riproposizioni [nulla di più nulla di meno], e fra queste mere riproposizioni due mi sono rimaste gradite… E sono state: Boogie [Paolo Conte] da parte di Frankie Hi-Nrg e Fiorella Mannoia e Un giorno credi [Edoardo Bennato] da parte di Francesco Renga ed uno dei modà di cui non ricordo il nome…

E passiamo a Sanremogiovani… E non mi dilungherò molto… Vi dico soltanto che la canzone di Zibba mi è piaciuta molto. E penso che il sottoscritto non sia stato il solo ad apprezzare il saluto del cantante a Francesco Di Giacomo sul finale della canzone…

Beh dopo il quarto dei giovani ad esibirsi sul palco di Sanremogiovani, non m’ha retto più e a quel punto…

come succede coi migliori, seppur normali telecomandi…

ho cambiato canale… Senza sapere chi ha vinto, vabbè le quote già lo dicevano

Sanremo VS Leopardi = 0 – 1

SanremoLeopardi = 01

gol di Carmelo Bene.

Amy Winehouse

Amy Winehouse
Southgate Londra, 14 settembre 1983 – Camden Londra, 23 luglio 2011

Unica canzone che ho ascoltato finora da Sanremo è stata “così lontano” [Giuliano Palma]… che dire ? Niente male, certo a mio avviso era molto di Winehouseiana memoria, ecco ciò che avevo in mente mentre ascoltavo G. Palma, comunque, secondo me è una voce interessante nella kermesse sanremese di quest’anno, anche se a dire il vero, al testo non c’ho badato affatto, tanto la canzone e l’arrangiamento mi rimandavano alla Winehouse [che manca molto alla Musica]…

Poi, come succede coi migliori, seppur normali telecomandi, cambio canale 😀 e capito sul programma in scena – canti di Giacomo Leopardi [Carmelo Bene] ed è come musica..

Altro che Sanremo…O almeno, dopo ere che non seguo tale palla mediatica della durata di [a parte che per me già quando erano 3 erano troppe, ma sono arrivati addirittura a] 5 serate [il che non mi sorprende, ma indubbiamente, domande a riguardo ne avrei, ma le tengo per me, senz’angosciarvi, che magari vi sta anche piacendo]…

Nel filmato l’azione del gol 😀

Poi rifaccio un po’ di zapping, ma non trovando niente [certo dopo Bene che recita Leopardi cosa vuoi trovare di accettabile in televisione…], mi metto a rivedere qualche filmato su youtube con l’autore del gol [attore del gol, marcatore, leggasi anche marcattore, inteso come attore marcatore, o perché no attore marcante] Carmelo Bene al Costanzo show

E adesso no…
Non chiedetemi cos’ha fatto il Milan… ‘ché non lo so…

Per quanto riguarda il festival di Sanremo mi riprometto di seguire un po’ di più la già mensionata palla mediatica 😀 quindi sia calcolato l’importante sforzo che vorrò fare [cioè subire il festival di Sanremo] per poterci poi scrivere il prossimo post al più presto…

Resti comunque ben chiara una cosa, e cioè che se dovessi trovare altro di interessante, certamente non ci sarà nessuno sforzo da parte mia nel cambiare canale… Mettendo in conto di dirvi lo stesso come sarà andata a finire…

attualità: prime impressioni sul nuovo Papa

2013-07-17 16.04.43ABEMUS PAPAM, Il nuovo vescovo di Roma ha deciso di chiamarsi Francesco… Nelle sue prime parole, più di Papa, ciò che si coglie di più è il dirsi vescovo di Roma… Un’altra cosa risalta subito, è molto differente dal predecessore, naturalmente a rafforzare questo c’è il fatto che è latino-americano, fra l’altro di origini italiane… Quindi è anche il primo Papa non europeo…

Altra impressione che sto avendo da quando c’è stata la fumata bianca, è che mi sembra rimanga simpatico ai nostri giornalisti, un po’ di più rispetto al precedente…

Papa Francesco in questi giorni ha preso un normale pulmino con altri cardinali… E pare proprio che stia predicando una Chiesa povera per i poveri… Sembra incarnare un Papa del popolo…

A questo punto non mi rimane che esprimere un augurio di buon pontificato al nuovo Papa argentino.